Cosa significa, per te, guadagnare online?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Carissima amica mia, carissimo amico mio,
non riesco più a leggere proposte di lavoro online in cui viene assicurato che si guadagna bene. E sopporto ancora meno le risposte di decine e decine di utenti lì pronti a elemosinare le informazioni. Ma porca miseriaccia, siamo nel 2017 e ancora c’è gente che non ha capito che nessuno regala nulla? Ma come si può pensare che “con venti minuti al giorno”, semplicemente cliccando su alcuni link o visualizzando dei banner promozionali si possano raggiungere cifre pari a qualche centinaia di euro? Ho voluto testare personalmente alcuni di questi sistemi (e non parlo di 2 o 3) perché volevo dimostrare a me stesso che mi stavo sbagliando, che ero io quello col dito puntato e che, invece, quelle proposte probabilmente erano delle buone proposte. Se sto scrivendo quest’articolo, penso sia logico comprendere quale sia stato il risultato finale. Pensa che per un paio di questi sistemi di guadagno online sono poi spariti il sito e quant’altro perché bannati da google e compagnia. Ciò che significa? Che non so se si muovono nella legalità.
Se davvero sei tra queste persone, ti chiedo di farmelo sapere, saprò di non doverti mai affidare nessun compito nelle mie aziende perché di menti piccoline il mondo è fin troppo pieno. Non offenderti, ti prego… vorrei solo che uscissi un attimo dal meccanismo di piccolezza in cui sei stato infilato.
Prima di passare all’argomento principale, voglio spiegarti un po’, per vie generali, come funzionano questi meccanismi di “guadagno online”. Sarò il più breve possibile. Ecco i passi che compi:

  1. leggi una proposta sui social;
  2. ti convinci perché chi la manda ha pubblicato la pagina dei versamenti sul suo conto (nota che spesso non trovi il nome del beneficiario. Qui mi chiedo, ma se io devo farti vedere i miei guadagni, per quale motivo nascondo il mio nome? Per privacy? Che stronzata. Tu stai leggendo il nome di scrive il post. Questo mi lascia pensare che quelle operazioni non appartengano davvero a chi pubblica il post, forse mi sbaglio… forse);
  3. ti registri cliccando su quel link (dando la possibilità a chi ha promosso l'iscrizione di ricevere qualche euro per la tua registrazione);
  4. cerchi di capire come funziona il sistema e poi ti lanci nella speranza di guadagnare qualcosa e ti ritrovi con qualche centinaio di link da cliccare o banner da visualizzare. Bene, in effetti ci vogliono pochi minuti per farlo, perfetto.
  5. poi ti rendi conto che per ogni click ricevi qualcosa come un centesimo e che puoi cliccare solo ogni 24 ore. Supponiamo che hai cliccato su cento link (ma è una fortuna se trovi un sito che te ne propone così tanti… e devono funzionare tutti correttamente, io ho trovato anche link non cliccabili in alcuni giorni), il tuo guadagno di ogni giorno è di € 1. Ottimo, trenta euro al mese. In effetti puoi pagarci un pane al giorno, all’incirca.

Chi sta sopra di te, invece, guadagna con la tua iscrizione, sui tuoi click, ecc, per questo molte persone si prodigano così tanto a promuovere questi sistemi. Non solo, negli stessi siti ti ritrovi poi anche altri metodi di guadagno che ti offrono più possibilità e non sono tutti così “puliti”. Giusto per concludere questa parte: tu sai che stai partecipando a una truffa ai danni delle aziende che hanno pagato fior di quattrini per ottenere dei click ai propri link? Ti spiego meglio. Io ho un’azienda online. Voglio promuovere il mio sito, o un mio prodotto perciò mi rivolgo a un fornitore online di “click” ma non con l’intento che chiunque clicchi, io voglio farmi pubblicità, voglio farmi conoscere o vendere. E il fornitore mi assicura che, dietro pagamento, mi promuoverà all’interno dei suoi circuiti in cui, mi assicura ancora, troverò migliaia di utenti interessati ai miei prodotti. In alcuni casi pago una cifra una tantum (non poco), in altri pago i click ricevuti. Ti rendi conto che i click ricevuti sono falsi? Tu non lo guarderai nemmeno il sito che si apre dopo il click. Ti interesserà soltanto di incassare il centesimo. Così, io azienda, vengo truffato perché, dal mio pannello di controllo, vedrò sì centinaia di click al mio link ma nessuno di questi è stato effettuato realmente per il motivo reale per il quale io mi sono affidato al fornitore, ovvero, nessuno interessato a me, ma a ricevere solo i miei soldi… soldi che vanno a finire per il 90% e oltre nelle tasche del fornitore.
Ci tenevo a spiegarti il funzionamento di questo sistema. Ma ora passiamo al nocciolo della questione: cosa significa, per te, guadagnare online?
Ponitela questa domanda.
Pensi che online sia sinonimo di “finto”? Pensi che non si possano racimolare che poche decine di euro? Di contro, pensi che guadagnare online sia facile e si debbano ottenere soldi senza fare nulla? Se la tua risposta è sì ad almeno due delle domande di cui sopra ti esorto nuovamente a uscire dalla mentalità “piccola” in cui sei stato infilato.
Per prima cosa, ho già avuto modo di dirlo, online non significa finto. In secondo luogo l’online ti offre delle opportunità che l’offline (ovvero la realtà materiale) non ti potrà mai offrire. Hai idea di cosa significhi online? In rete non esistono confini geografici, temporali, di spazio, di numero. Hai idea di che potenzialità siano? E tutto nella perfetta legalità.
E quindi? E quindi, adottando una buona strategia, una buona pianificazione di un business online il rischio è che non solo guadagnare online sia possibile, ma anche che potresti guadagnare molti più soldi di quelli che un’attività, chiamiamola convenzionale, possa offrirti. Altro che poche decine di euro. Altro che centesimi per ogni click. Altro che 5 € per ogni iscrizione. Altro che truffare gli utenti e le aziende.

Ora immagina: supponi di avere un’idea che ti frulla in testa e che ti piacerebbe realizzare. Cosa puoi farci con quest’idea? Puoi metterla a frutto. In che modo? Studia, più che puoi ciò che ti serve. Osserva quello che fanno coloro che hanno già avuto successo e prova a imitarne le azioni e le strategie. Mettila online e vendi la tua idea. Eh sì, vendere è la parola magica per guadagnare sia online che offline. Anche un dipendente, sappilo, vende. Che cosa? Un dipendente è un pluri-venditore: vende in primo luogo il suo tempo all’azienda che lo ha assunto. Vende le sue capacità e le sue competenze a chi gli dà lavoro. Vende la sua fatica, la sua forza, le sue azioni e così via. In cambio riceve uno stipendio. E se, invece, le tue capacità, competenze, tempo, fatica e azioni, li dedicassi in parte a crearti un business online? Se li sfruttassi per “vendere la tua idea” su Internet? Hai in mente cosa potrebbe accadere? Pensaci. Ci sono limiti di potenziali clienti? Ci sono orari di chiusura durante i quali i clienti non possono comprare? Sono convinto che hai capito il concetto.
Ora ti chiedo di nuovo: cosa significa, per te, guadagnare online?

© 2017 La Strada del Successo - di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01214770883

Contatore accessi gratuito

 

© 2017 La Strada del Successo - di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01214770883